A MARZO TORNA LA RONDE DELLE MINIERE: DA OGGI ISCRIZIONI APERTE

La gara, assente dal calendario sportivo nazionale dal 2011, torna in scena con una nuova regia organizzativa, quella della Scuderia Invicta, proponendosi anche come utile test per i Campionati Nazionali.


La "piesse" sarà la "Velleia", un mix estremamente tecnico e spettacolare di quasi 15km, da percorrere 4 volte.


Saranno ammessi, per motivi logistici, al massimo 120 equipaggi, comprese le vetture storiche.


Chiusura Iscrizioni sabato 7 marzo.


Una delle novità del Calendario Sportivo Nazionale dei rally sarà il ritorno della Ronde delle Miniere, in provincia di Piacenza. La sesta edizione della gara, assente dalle scende dal 2011, è stata inserita per il 14 e 15 marzo con la novità che al timone organizzativo vi sarà la Scuderia Invicta in luogo dell'altra struttura che organizzava in precedenza. 


Per il sodalizio di San Giorgio Piacentino, attivo da anni nell'automobilismo nazionale, già organizzatore di altri eventi motoristici, si tratta del debutto nei rallies e per questo, per orschestrare al meglio l'evento, ha organizzato uno staff di grande esperienza in tutti i suoi punti cardine, dalla Direzione di Gara, affidata a Gianluca Marotta, alla segreteria e a tutti i servizi accessori.


L'evento, che sarà anche la prima prova della prestigiosa Lombardia Ronde Cup, apre oggi le iscrizioni, periodo che si allungherà sino a sabato 7 marzo e ca a proporsi in uno spazio temporale importante, poco prima dell'avvio dei Campionati Italiani, una settimana prima del "Ciocco" e due prima del "1000 Miglia". Un appuntamento quindi anche utile come test in gara per chi abbia programmi "tricolori".


LA PROVA DI VELLEIA, UN NOME... "STORICO"

Per lo scenario della 6° Ronde delle Miniere è stata scelta la Prova Speciale "Velleia", 14.900 chilometri estremamente tecnici oltre che spettacolari, da percorrere quattro volte. Siamo vicini al massimo consentito del chilometraggio per la tipologia delle ronde ed in questo caso, siamo decisamente davanti ad una strada che sarà in grado di produrre una sfida di altro profilo e, per chi vorrà sfruttarla come test pre-Campionato, regalare indicazioni importanti per avviare al meglio la stagione


"Velleia" prende il nome dall'omonima frazione conosciuta in tutta Italia per gli importanti rinvenimenti archeologici di età romana che ne fanno un vero e proprio museo a cielo aperto. Sarà dunque emozionante anche poter unire lo sport alla storia ed alla cultura, nel week-end del 14 e 15 marzo, comunicando il territorio dell'appennino piacentino e le molte sue bellezze sfruttando al massimo il turismo emozionale, legato direttamente all'evento stesso.


PROGRAMMA DI GARA

Per le varie fasi della gara si è pensato a una logistica snella, per non creare troppi spostamenti dei mezzi in gara e per non essere troppo invasivi con la viabilità e la vita dei cittadini residenti. La località di Cimafava di Carpaneto sarà il cuore pulsante dell'evento, con quartier generale, partenza ed arrivo e sede anche delle verifiche ante-gara, mentre i riordinamente ed il Parco Assistenza sono previsti a Lugagnano val D'Arda.


Sabato 14 marzo sarà gioranta piena di impegni, per i concorrenti. Dalle 08.00 alle 12.00 sono in programma le operazioni di verifica amministrativa e tecnica presso l'Agriturismo "il Borgo" a Cimafava di Carpaneto, dalle 12.30 alle 14.45 è previsto lo "shakedown", il test con le vetture da gara a Lugagnano Val D'Arda ed a seguire sono previste le ricognizioni del percorso con vetture di serie (ore 15.00-17.00), nel rispetto del Codice della Strada e sotto stretta sorveglianza delle Forze dell'Ordne e di Ufficiali di Gara.


Sarà poi la volta della cerimonia di partenza, alle ore 18.00 presso la sede della M&D Costruzioni Meccaniche - Via Meucci 2. Seguirà quindi il riordinamento notturno a Lugagnano Val D'Arda e l'indomani, domenica 15 marzo, avrà luogo la sfida con il cronometro strutturata, come da regolamento, su quattro passaggi sulla prova di Velleia.


Gli orari di transito (riferiti al passaggio del primo concorrente) sono: 8.30 - 10.50 - 13.30 - 15.20. Ogni passaggio sarà intervallato da un riordinamento e da un Parco Assistenza. L'arrivo finale sarà alle 16.50, a Cimafava di Carpaneto, con premiazione sul palco d'arrivo.


L'ultima edizione disputata della gara, nel 2011, vide il successo del romano Fabio angelucci, in coppia con il siciliano Mx Cambria, su una Citroen Xsara WRC, al termine di un confronto effervescente con il piacentino Franco Leoni (Peugeot 306 maxi), finito secondo per soli 6"3 e terzo Davide Vitali, con una Renault Clio S1600, a 10"6.


http://alessandro-bugelli.blogspot.it/2015/01/a-marzo-torna-la-ronde-delle-miniere-da.html?spref=tw

Comunicato stampa
comunicato del 7 gennaio 2015 per 6° Ronde della Miniere
RONDE MINIERE 2015_COMUNICATO STAMPA_01_
Documento Adobe Acrobat 146.6 KB

Scrivi commento

Commenti: 0