Risultati formula driver Castel San Giovanni
tempi castello tutti.pdf
Documento Adobe Acrobat 111.0 KB

“Per fortuna il tempo ha retto” comincia così il racconto del “1^ Formula Driver BSL – Memorial Fabio Artevi” organizzato dalla Scuderia Invicta che vede come presidente Oscar Magnani e vice-presidente la sorella Talita che,dopo aver organizzato la gara li abbiamo visti impegnati domenica come cronometristi, il padre, Danilo Magnani in qualità di speaker intratteneva piloti e pubblico descrivendo minuziosamente la gara. I commissari disposti lungo tutto il percorso hanno garantito la sicurezza segnalando con apposite bandiere eventuali pericoli o ostacoli ai piloti. Il padovano direttore di gara Zantomasi Giancarlo,pilota e organizzatore, ha supervisionato l’intero allestimento del circuito e lo svolgimento della competizione in qualità di delegato nazionale UISP.

“Sin dalla prima manche si è capito che sarebbe stata una gara molto combattuta” –dice Talita Magnani- “io e mio fratello Oscar eravamo cronometristi e vedevamo i tempi dei piloti prima di tutti, miglioravano ad ogni manche e fino alla finale non siamo riusciti a sapere chi fosse il pilota più veloce.

A sera ormai fatta Tinaburri Alessandro e la sua Predator’s sono riusciti a portare a casa il primo posto assoluto regolando gli agguerritissimi Demartini Sergio (Fiat X1-9), Braghé Fabio (predator’s) e Pagliari Walter (Osella PA-9) rispettivamente 2^, 3^ e 4^.

Nelle speciali classifiche di categoria non è mancata comunque la lotta.

La categoria A (vetture a trazione anteriore fino a 1300cc e posteriore fino a 1150cc) è stata vinta da Todino Alessio su una bellissima Fiat 127 sport, 2^ classificato a solo mezzo secondo Todino Claudio su A112 abarth, 3^ Cocuzza Lorenzo su peugeot 106 e 4^ Todino Mario a bordo della sua Fiat Uno. si può definire questa categoria a “conduzione familiare”, dominata infatti dalla famiglia Todino, tutti e tre grandi piloti che per l’occasione hanno attraversato l’appennino essendo infatti toscani.

La categoria B (trazione anteriore da 1301 a 1600) ha visto come vincitore un personaggio molto noto nell’ambiente rallystico: Marlieri Giuseppe, a bordo di una bellissima Renault Clio S1600. La gara di domenica è stata la prima occasione per lui, per fare esperienza con quel bolide ma fin da subito si è visto che si trovava a suo agio vincendo la categoria con 9 secondi di vantaggio su Este Gianpaolo, giunto 2^ a bordo di una Peugeot 205; Pappalardo Enzo ha invece concluso la finale 3^. Marlieri oltre ad aver vinto la classe si è anche classificato 5^ assoluto.

Nella categoria C (trazione anteriore da 1601 a 3600cc): 1^ Sarti Massimo e la sua renault R5 turbo, toscano pure lui, che come al solito si è distinto facendosi “navigare” dalla pantera rosa, ovviamente munita anche lei di casco; 2^ Toscani Valeriano, rallysta cremonese dal piede pesante che per l’occasione a rispolverato una Fiat tipo di 2000cc;  3^Colombi Luca, ennesimo pilota toscano facente parte della scuderia della famiglia Todino (2T racing) che con la sua renault R5 turbo ha fatto molto bene; 4^ Bellotti Simone, pilota piacentino molto giovane proveniente da una famiglia puramente motoristica: il fratello Bellotti Riccardo si sta giocando la vittoria nel trofeo Fiesta. il padre Bellotti Eugenio, anche lui pilota di rally, si è qualificato, nella stessa categoria solo 9^.

La categoria E (monoposto e prototipi) ha visto prevalere Tinaburri Alessandro, che con la sua Predator’s 1000 ha messo in riga un pur ottimo Braghè Fabio (predator’s 600) e  Pagliari Walter, esperto pilota che si è rimesso il casco da poco e che ha portato sul podio una bellissima osella PA-9

Pagliari Marco, figlio di Pagliari Walter ha vinto la categoria Sport (auto che hanno subito un cambio di motore) guidando ottimamente la sua Lotus Exige. 2^ Cassinelli Aldo e la sua Mini che monta un motore motociclistico Suzuki di 1100cc. Il pilota pavese ha venduto cara la pelle, giungendo secondo per soli 8 centesimi di secondo. 3^ Lunini Fiorenzo, il quale si è difeso egregiamente nonostante la sua Fiat 126 fosse inferiore rispetto alle auto dei rivali.

La categoria D 2RM (trazione posteriore da 1150 a 3600cc)ha visto come protagonista il ligure Demartini Sergio, driver espertissimo, come al solito alla guida della sua Fiat X1-9; 2^di categoria il bolognese Bernardoni Antonio su una spettacolarissima Talbot e 3^ Patete Daniele,  giovanissimo ragazzo torinese che ha distaccato il padre (che gareggiava con la stessa vettura) di ben 6 secondi.

E ultima ma non per importanza la categoria Lady (categoria tutta al femminile) ha visto vincere la debuttante Repetti Maria Grazia la quale, salendo per la prima volta su un’auto da gara, ha segnato tempi molto inferiori di alcuni piloti più esperti, “purtroppo non ha potuto portare a termine la finale altrimenti sono sicura che si sarebbe posizionata molto in alto nella classifica assoluta; spero di vederla alla prossima gara perché e molto brava, veloce e precisa” e con questo invito da parte di Talita Magnani si conclude la giornata motoristica svoltasi nel Polo Logistico di Castelsangiovanni che ha segnato il “battesimo” della Scuderia Invicta e l’arrivo a Piacenza delle gare di Formula Driver e non solo, la stagione 2010 si prospetta piena di impegni, primo fra tutti, il desiderio della Scuderia di portare nella provincia di Piacenza una gara di Campionato Italiano di Formula  Driver sempre secondo il regolamento della Lega Nazionale Automobilismo UISP ente promotore per tante discipline sportive, soprattutto a Piacenza.

 “prima di congedarmi”-dice Talita- “voglio ringraziare personalmente il Sindaco, Carlo Capelli in cui abbiamo trovato un grande appassionato di auto e una grandissima disponibilità, il signor Bertola, che ha messo a disposizione il Polo Logistico, la Pubblica Assistenza pronta a intervenire se ci fosse stato bisogno, i vigili e tutte le persone che ci hanno aiutato, specialmente la famiglia Tinaburri che ha contribuito all’allestimento del percorso,non per favorirsi ma per amore verso questa disciplina”